Saturday, March 31, 2012

Malfatti con salsa all'olio di tartufo bianco

Finalmente week-end!!!

È stata una settimana lunga, pesante e dal sapore un pò amaro... Una di quelle che proprio vuoi dimenticare nonostante non tutto sia stata poi così negativo, ma almeno il 75%!!!

È arrivato il tempo di viziarsi un pò, di godersi delle piccole godurie, di uscire con amici e di vivere ogni momento. Questa sera si esce! Una festa patronale che riunisce non solo gli abitanti del luogo ma anche gente venuta dai paesi vicini. Allegria, attrazioni per bimbi e adulti, fuochi d'artificio, canti e balli. Bancarelle carichissime di dolciumi. Tutto colorato. Si respira aria pulita, di gioia e serenità. Un'atmosfera quasi magica...

Questa goduria è stata LA protagonista del nostro pranzo oggi. Una ricettina nata quasi per caso: Malfatti non veri e propri, ma comunque perfetti per farmi dimenticare per un momento la settimana passata...


Ingredienti
per 4-5 persone

per i malfatti:
250 g di ricotta
100 g di farina
50 g di parmiggiano grattugiato
2 uova
25 g di pistacchi tritati grossolonamente
25 g di basilico tritato finemete
25 g di spinaci tritati finemente
sale q.b.
pepe q.b.

per il sughetto:
una noce di burro
2 scalogne tritate finemente
2 spicchi d'aglio tritati finemente
50 ml di vino bianco secco
100 ml di brodo vegetale
200 ml di panna liquida
olio di tartufo bianco q.b.

Preparare il sughetto: Sciogliere una noce di burro in un pentolino. Far soffriggere le scalogne e l'aglio. Sfumare con vino e brodo vegetale. Aggiungere la panna, cuocere a fuoco moderato e far ristringere della metà oppure fino a densità desiderata. Frullare il tutto. Insaporire con olio di tartufo bianco, sale e pepe.

Preparare i malfatti: In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti in modo da ottenene un'impasto omogeneo. Regolare di sale e di pepe. Nel frattempo mettere a bollire una pentola capiente di acqua salata. Appena raggiunto il bollore, e aiutantodovi con due cucchiai, formate delle palline di impasto di ricotta e tuffatele nell'acqua. Non appena vengono a galla i malfatti saranno cotti. Scolarli con una schiumarola e saltarli in una padella con 125 g di burro fino a quando belli dorati.

Disporre i malfatti su dei piatti con alcuni cucchiai di salsa e gocce di olio di tartufo bianco.

Nota
  • Se per voi facile da reperire, allora servite questo piatto con una bella grattata di tartufo bianco fresco!

Con questa ricetta partecipo al contest di Donatella del blog Fior di rosmarino e di Assunta del blog La cuoca dentro

5 comments:

Donatella said...

Hanno un aspetto delizioso i tuoi malfatti, bella ricetta! Grazie per aver preso parte al nostro contest...buonanotte

Assunta said...

Sembrano davvero squisiti, complimenti! :-)
Grazie della tua partecipazione!
A presto! :-)

apelaboriosa said...

COMPLIMENTISSIMI
per la bella vittoria!
BRAVA!!
A presto dalle 4 apine

Pupaccena said...

...ricetta dolce si complimenta con ricetta salata... e complimenti davvero, se ti vengono così le ricette "quasi per caso" chissà quelle ben architettate! ^_^

ciao
roberta

Tiziana said...

complimenti per la vittoria.. davvero sembrano eccezionali!!!